giovedì 8 dicembre 2011

Dance of Life by nexuno Thespian @ tKF

Gira una barchetta di carta 
travolta dal vortice del tempo 
correndo ci affanniamo 
contro il perpetuo movimento 
degli ingranaggi della vita 
sogni castelli in aria 
che affondan nella sabbia
 inesorabile di una clessidra 
ballan meccaniche
 le danzatrici del destino 
intorno ai fili delle nostre vite 
e la morte attende in un ruotar magnetico 
suonando una melodia stonata 
tic tac il tempo scorre 
volan usignoli artefatti 
e guardan il cerchio che si chiude 
un fiore sboccia 
al centro del creato 
un'altra vita è pronta 
per correre, 
respirare, 
gioire, 
sognare....... 
e morire


nexuno Thespian





http://slurl.com/secondlife/Hollywood%20Beach/122/43/802

"Tanto tempo fa...
in un mondo lontano, dove  le persone volano libere con le ali della fantasia, dove gli alberi son fatti di dolci tortini con le ciliege o portan cuori palpitanti e teste, dove il cielo non è sempre blu, dove un filo di ragnatela può tener sospeso un mondo ....
Da una nuvola fece la sua apparizione nexuno Thespian, folle, cyber oppure neko  o tenero bodybuilder dalla colomba in spalla ....
Nex è una piccola parte della mia fantasia, appassionato d'arte in real, pittore per hobby, curioso di tutto ciò che è creativo.
Devo il mio incontro con SL a mio fratello, un mondo dove tutto è possibile questo è quello che mi fa restare, guidando nex nella sua vita virtuale ho potuto esser d'aiuto agli altri lavorando come tutor, conoscer belle persone con interessi comuni, e dedicarmi prima al build per gioco, poi alla fotografia in SL, passione in comune con il real e poi ancora al build per realizzare idee creative .

Installazione Dance of Life

Fotografo e costruisco essenzialmente per divertirmi, mi piace esplorare e aver dei ricordi anche in questo mondo di pixel, mi incuriosisce sopratutto la dualità di questo mondo, molte foto son di soggetti che mi prendono per la loro similarità al real, ci son meravigliosi posti in cui ombre e luci ti fan sembrare d'esser di carne ed ossa anche qui in SL, altre nascon dall'amore per tutto ciò che è surreale, dove l'impossibile è reso vero, dove i sogni si fan realtà e dove la mente si libera dei nostri limiti fisici.
Spero vi divertiate a vedere per un pò con i miei occhi questo mondo."




Tani: Prima di tutto vorrei sapere com'è stato il tuo ingresso in Second Life: cosa ti ha portato nel metaverso?
Nexuno: hehehe mi ha convinto mio fratello gemello che già esplorava SL  e mi ha incuriosito la potenzialità di uno strumento di comunicazione così nuovo,  un mondo creato da chi ci vive quasi un utopia.

Tani: Da quanto tempo ti dedichi all'arte in SL?
Nexuno: L'arte in SL è iniziata per caso, prima esplorando le possibilità della fotografia, questo quasi da subito quando due scapestrati mi diedero la possibilità di esporre non faccio nomi (tu e Aloisio) e poi gettandosi nel  fantastico mondo del build artistico.

Installazione Dance of Life

Tani: Come è nata l'idea di questa installazione che hai presentato alla tKF?
Nexuno: Devo rispondere serio? Sennò ti dico che è la ricostruzione del mio sgabuzzino ahhahahaha


Tani: Sei un'artista anche in rl?
Nexuno: Artista è una parola grande per me, sono un estimatore d'arte in real  life. Ho centinaia di monografie di artisti veri per cui definirmi artista mi sembra troppo davvero! Diciamo che dipingo per diletto che è poi il principio che mi porta a creare anche qui su SL, il divertimento di partire da zero e creare qualcosa.


Installazione Dance of Life






Tani: Che cosa rappresenta per te l'arte in Second Life?
Nexuno: Trovo che SL sia stimolante. Molte persone hanno tirato fuori la loro immaginazione proprio qui su SL. Dell'elaborazione artistica su SL apprezzo quello che ci sta dietro, e cioè l'idea di base che viene elaborata differentemente da ogni persona che crea. Mi hanno detto che ho lo spirito del collezionista una volta, perchè dissi che il limite che trovo è' il non poter fruire in real delle opere, cosa che per molte creazioni me piacerebbe davvero .

Tani: Che cosa hai voluto esprimere in questa mostra?
Nexuno: Semplicemente un riassunto della vita in cui ci siamo noi che corriamo, gli eventi che danzano intorno ai fili dei nostri destini, il tempo che scorre, i fantasmi delle speranze, la morte e la vita che nasce al centro... :)




Installazione Dance of Life

Tani: Esiste un sito dove poter ammirare le tue opere?
Nexuno: il 2d  su koinup http://www.koinup.com/nexunothespian/

Tani: Quali sono i tuoi piani per il tuo futuro artistico?
Nexuno: Nexun piano.. hahaha Sto partecipando ad Artfest 2, poi  farò un'altra expo presto a Pirats e poi parteciperò ad Art&Poetry... poi sara' quel che sarà.. :) 


Installazione Dance of Life




Un grazie a Nex per il tempo concessomi...

sabato 3 dicembre 2011

Pol Jarvinen @ tKF

Mostra immersiva di grande impatto visivo, quella che ci ha presentato Pol Jarvinen. 
Prim colorati che si rincorrono come in una danza sinuosa. 
"xpression" è il nome di questa installazione, e racchiunde in una parola l'espressività dell'artista.






Pol Jarvinen è nato e vive a sud ovest della Francia tra i Pirenei e l'Oceano Atlantico. 
I movimenti della natura, in particolare il movimento delle onde e del vento e il battito del cuore umano ispirano la sua arte scultorea. 
Egli trae anche ispirazione da i suoi sogni e dalla poesia dei surrealisti francesi, come Paul Eluard e René Char. 




 Nella real life, Pol è amante del mare, un fatto che trova riscontro nel movimento che  i suoi pezzi trasmettono. 



In Second Life, fa navigare la sua immaginazione per creare sculture vibranti.


Le sculture di Pol sono caratterizzate da un gioco di forme e colori, linee fluide, curve e forme che si intersecano e che invitano la partecipazione dello spettatore. Molti pezzi sono interattivi.




Gioca  con prims per rendere i suoi sogni  realtà, intrecciando  colori e texture per realizzare la sua visione interiore. 

Ama giocare con le trasparenze e con sovraposizioni utilizzando la propria esperienza personale.


Vivere intensamente nel momento, in sintonia con il Tao, Pol ha preso come suo motto "Carpe Diem", che è il nome del suo gruppo. Se si desidera seguire il lavoro Pol Jarvinen e il suo sviluppo come artista SL, Egli vi invita a partecipare a Carpe Diem per ricevere avvisi di nuove creazioni e mostre. 




English Version

Show immersive high-impact, one that has presented us with Pol Jarvinen.
First colors that run like a sinuous dance.

"xpression" is the name of this installation, and encasing in a word, the expression of the artist.





Pol Jarvinen was born and lives in Southwestern France between the Pyrenees Mountains and the Atlantic Ocean


The movements of nature, particularly the motion of waves and wind and the beating of the human heart inspire his sculptural art. 
He also draws inspiration from his own dreams and from the poetry of the French surrealists, like Paul Eluard and Rene Char. 
In first life, Pol is devoted to the ocean , a fact reflected in the movement his pieces convey. In Second Life, he surfs his imagination to create vibrant sculptures.








Pol’s sculpture is characterized by a play of forms and colors, fluid curving and intersecting lines and shapes that invite viewer participation. 
Many pieces are interactive. 
He plays with prims to make his dreams become reality, interweaving a wide spectrum palette of colors and textures to achieve his interior vision. 
He loves playing with transparency and with unfolding layers of meaning and personal experience.






Living intensely in the moment, in tune with the Tao, Pol has taken as his motto “Carpe Diem,” which is the name of his group. If you wish to follow Pol Jarvinen’s work and his development as an SL artist, he invites you to join Carpe Diem to receive notices of new pieces and exhibitions.








venerdì 25 novembre 2011

Effetto Flu-on


"Flu-on è il nome che contiene in sè flourescenza, influenza e impulso. La fluorescenza è il colore dei quadri, il desiderio è di essere influenzato dai percorsi creativi altrui, il tentativo è di accendere nuovi percorsi creativi, creare curiosità.
Flu-on è il luogo dove Andy crea e lavora, ala di un ex-fabbrica tessile di Monza completamente rivisitata e ricontestualizzata."

Quasi tutti conosciamo questo artista come "Andy dei Bluvertigo", e, a detta del suo curatore in Second Life delle sue opere EddieGuitarDagger Sheryffe, la cosa non è di suo gradimento.

Il suo vero nome è Andrea Fumagalli.

Quando Eddie mi ha proposto di fare una mostra alla torno Kohime Foundation delle creazioni di Andy, non me lo sono fatto dire due volte!





Tani: Eddie com'è nata la tua esperienza musicale in SL?
Eddie: La mia esperienza musicale in SL è nata grazie alla mia allora manager Blacky Anatine, che scovato un articolo su Second Life nella primavera del 2007. Mi invitò ad iscrivermi per proporre la mia musica in questo "nuovo" mondo.


Tani: E l'incontro con Andy?
Eddie: L'incontro con Andy è  avvenuto tramite Livio, il chiarrista dei Bluvertigo nel settembre del 2007, il quale accettò di buon grado di entrare in SL con le sue opere.



Tani: Sei il curatore ufficiale in SL delle opere di Andy. Come hai scelto le opere da esporre?
Eddie: Ho scelto le sue opere in base a ciò che mi comunicano a livello musicale ed emotivo.
Oltre ovviamente l'aver scelto soggetti che reputo interessanti e familiari.



Tratto da: http://www.fluon.it/bio.asp



"Andy nasce a monza nel 1971.
Dopo le scuole dell'obbligo si diploma all'Istituto d'Arte di Monza.
Si specializza nel ramo della grafica pubblicitaria e dell'illustrazione presso l'Accademia delle Arti Applicate a Milano.


Contemporaneamente sviluppa la sua attenzione nei confronti della musica, studia il saxofono, i sintetizzatori (tastiere) collaborando a un progetto musicale chiamato Bluvertigo, una band capitanata da Morgan (voce, basso e piano), supportata da Sergio Carnevale (batteria) e Livio Magnini (chitarra), che propone al mercato italiano un suono anglofilo basato sulla commistione tra elettronico e suonato, applicato a diversi "generi musicali".




Dopo anni di tournee, apparizioni televisive e implicazioni discografiche Andy si propone oggi in diversi ruoli, cercando di unire diverse forme di espressione:  dipinge grandi quadri fluorescenti su tela, compone colonne sonore per la danza contemporanea e il teatro, mixa la musica new wave degli anni 80 nei club o le piazze come dj.
Il tutto sotto lo stesso punto di vista "il reset".



Oggi la sua pittura viene applicata e commissionata in ambiti aziendali, come il settore della moda o quello pubblicitario."





domenica 6 novembre 2011

Dada Mhia e Desy Magic: due donne, due stili.

Due donne. 
Due modi distinti di vedere le foto in Second Life. 
Due modi diversi di immortalare gli avatar. 
Ecco due artiste del metaverso, molto diverse tra di loro, ma che sono accomunate dall’amore per la fotografia.




http://slurl.com/secondlife/Hollywood%20Beach/70/48/25




Desy Magic: non nuova alle esposizioni in SL, le sue sono fotografie sinuose. 
Alcuni scatti di nudo, mettono in risalto i corpi degli avatar, che sembrano uscire dalla fotografie. 
Sensualità e eleganza predominano.


 Desy Magic


Dada Mhia, espone per la prima volta in SL nella piazza della fondazione. 
Fotografie con un sottofondo ispirato alle favole, colori forti, avatar costruiti appositamente per la fotografia, così come le location.



Dada Mhia


Tani: Perchè sei entrata in Second Life?
Dada:Me lo ha fatto conoscere mia cugina RL che è qui da quasi 4 anni e me ne sono subito innamorata.
Desy : Sono entrata in sl quasi per gioco, specie quelli di ruolo, visto che son sempre stata attratta dal mondo fantasy. Non immaginavo che in realtà sl poteva offrire molto di più  anche nel campo dell'arte e cultura.......E curiosa come sono (di conoscere cose nuove) cominciai ad esplorarlo.
Mi resi conto di quali meraviglie puo essere in grado di darci l'estro virtuale, notai paesaggi di città reali perfettamente imitate anche nei particolari, o paesaggi fantastici irreali ma affascinanti frutto di eccellente fantasia e genialità e siccome sono un appassionata fotografa, era un invito a mettere in pratica anche qua la mia passione.



Dada Mhia

Tani: Cosa ti ha spinto a fare la tua prima fotografia?
Dada: Mi fecero una foto mentre ballavo in una gabbia... e dissi:"Ah si fanno foto qui?" Mi fu spiegato come farle... ed è diventato subito una           passione per me.
Desy: Sicuramente la curiosità e l'entusiasmo di mostrare o trasmettere ad  altri cio che ritenevo spettacolare. All'inizio fotografavo solo per me o fotografavo gli altri e passavo loro  le immagini migliori.  Poi alcuni amici notarono le mie immagini  e mi incoraggiarono a intraprendere l'arte dell'immagine  qua in SL....all'inizio ero un po titubante, poi pensai che poteva essere un edificante esperienza per me stessa....e cosi cominciai....

Tani: Cosa vuoi rappresentare con le tue foto?
Dada: Nelle mie foto posso spaziare con la mia fantasia e i miei stati d'animo, alcune rispecchiano lati del mio carattere.
Desy: I miei sogni, i miei desideri e come vedo gli altri o la vita stessa

Tani: Cosa ti ispira a fare una foto?
Dada: Emozioni, luci e ombre..outfit che creo combinandone più di uno insieme e fantastici scenari.
Desy: A essere me stessa,.........e a dare risalto o valore anche alle cose più semplici.

Tani: C'è qualche fotografo a cui ti ispiri?
Dada: No, tutto di mia iniziativa.
Desy: Forse involontariamente traggo ispirazione da qualche fotografo....ma credo che è il pubblico  che dovrebbe interpretarlo...

Desy Magic
Tani: Perchè la scelta di fotografare avatar?
Dada: Con gli avi puoi osare con la fantasia, e esprimere al     massimo tutte le emozioni.
Desy: Perchè anche l'avatar ha il suo fascino, qualunque sia, dai tratti  umani o fantasy, robot o animaletto, tutti hanno un loro ideatore una mente dietro che gli da un identità una personalità, insomma!  hanno un loro perchè e ci possono trasmettere molto..

Tani: Sei una fotografa anche in rl?
Dada: Purtroppo no.
Desy: Non sono fotografa  di professione, ma è semplicemente solo passione.

Tani: Quale tecnica usi?
Dada: Tutte e nessuna... dipende dall'ispirazione del momento.
Desy: Photoshop, dove do libero sfogo sui colori sia freddi che caldi e giochi di luce  e ombre.  Alcune volte abbino alcuni sfondi accuratamente scelti.

Tani: Esiste un sito dove poter ammirare le tue fotografie?
Dada:Un sito no, le ho sul mio account di Facebook.
Desy:  facebook

Tani: Quali sono i tuoi piani per il tuo futuro artistico?     
Dada:Riuscire sempre a esprime ciò che ho dentr con le mie fotografie
Desy: Riuscire a trasportare qualche lavoro virtuale ben fatto nel real, dimostrando cosi che anche in un mondo virtuale puo' crescere un artista.

Un grazie alle artiste per il tempo concessomi!

giovedì 27 ottobre 2011

Kicca Igaly @ torno Kohime Foundation


Laugh Clown ...
questo è il titolo dell'installazione presentata da Kicca Igaly
Opera immersiva di carattere circense, che sarà presente in land fino all'8 novembre.



L'inaugurazione alla quale ha partecipato un pubblico numeroso, è stata accompagnata da un concerto swing live del sempre bravo EddieGuitarDagger Sheryffe, in un ambientazione stellare.



Ma conosciamo meglio questa artista.

Kicca dice: "Sono entrata per la prima volta in Second Life per curiosità provenendo da precedenti esperienze di pittura in RL e amando l'arte, ho scelto di impiegare il mio tempo a cercare nuove forme di espressività artistica.

In SL infatti, ho trovato gli strumenti che mi servivano e dopo un rapido corso di apprendimento, che ho seguito a Indire, ho iniziato a cimentarmi con la scultura digitale, o building artistico, che dir si voglia e l'avventura è cominciata.

Le forme espressive che prediligo, si appoggiano sulla manipolazione dei prim di SL.

Solitamente, le mie opere partono da un progetto artistico, che prende forma nella mia mente prima che metta mano a quello che io scherzosamente chiamo "scalpello digitale" e quando le linee del progetto sono chiare faccio una ricerca per trovare gli strumenti che ritengo più adatti per realizzarlo.

Ho partecipato a numerose mostre in SL, in musei e gallerie in land italiane e non."




Tani: Cosa ti ha portato in Second Life?

Kicca: La curiosità. Ne avevo sentito parlare in televisione ed ho fatto il loggin per vedere di cosa si trattava.




Tani: Cosa ti ha spinto a fare la tua prima opera?
Kicca: Appena entrata in Second Life, il mio punto di riferimento è stata la sandbox di INDIRE. Si presentava a me come una tela da dipingere e mi ha stimolato molto.
Una volta imparati gli strumenti per costruire, ho capito che potevo esprimermi in modo diverso da quanto avevo fatto fino a quel momento.
In quel periodo si andava formando un piccolo gruppo di personaggi che, come me, cercavano di esprimere la loro creatività e la mostravano proprio in quella sandbox. Erano cose belle, attraenti, artistiche.


Ad uno di loro, Lion Igaly, venne l'idea di farne una mostra: la prima edizione della Piramide.
Fece di tutto per convincermi a partecipare, anche se mi schermivo, pensavo di non essere all'altezza.
Fu così che invece trovai lo stimolo necessario per fare proprio quello che desideravo: qualcosa di espressivo, la mia prima opera.


Tani: Da cosa è nata l'idea dell'installazione presentata alla tKF?



Kicca: E' una immagine mentale che spesso si affaccia quando mi trovo di fronte a persone che devono contenere il proprio dolore.

La vita a volte presenta queste situazioni.

Da qui l'idea dell'opera.



Tani: Cos'è per te l'arte in Second Life?
Kicca: Un guazzabuglio medioevale!
No, parlando seriamente, l'arte si affaccia in ogni dove nel metaverso, prendendo la forma, di volta in volta, di arte figurativa o teatrale, cinematografica, fotografica e anche nuove forme di arte cinematica (i machinima), forme che spesso si avvalgono del potente strumento degli script, che possono animare ogni oggetto di SL. 
Non trascurando nemmeno performance extra teatrali alla ricerca di una originalità fuori da tutti gli schemi.
Ma l'arte in Second Life, è ancora ignorata dagli accademici dell'arte e dai grandi artisti contemporanei.
Per questo sfugge alle classificazioni ed è molto spesso avanguardia poco nota.






Tani: Quali sono gli strumenti che utilizzi nella creazione delle tue opere?
Kicca: Nel mio caso i PRIMS; al momento lo trovo uno strumento espressivo particolarmente interessante e stimolante, che porta a creazioni fatte di forme che seguono schemi condizionati.
I prims hanno precisi limiti di manipolazione, è per questo che lavorarli conduce a delle creazioni che seguono regole matematiche precise e la sfida è farne quello che voglio.
Alla fine riesco a manipolarli come se fossero plastilina, vincendo tutti i vincoli della loro modellazione.

Io creo forme 3D che vengono comunemente definite sculture, in SL





Tani: Sei un'artista anche in real life?
Kicca: Ho dipinto diversi quadri in RL, olio su tela, (qualcuno l'ho anche importato in SL), ma non mi considero un'artista.
La mia passione per la pittura e la voglia di sperimentare (cosa che faccio anche qui in Second Life) mi ha portata a dipingere anche su ceramica.

Tani: Esiste un luogo in Second Life e/o un sito internet dove poter ammirare le tue creazioni?
Kicca: Si possono vedere immagini dei miei lavori su Flickr:
http://www.flickr.com/photos/31465953@N05/




Tani: Quali sono i tuoi piani per il tuo futuro artistico?
Kicca: Nell'immediato tre esposizioni personali e sta per partire una mostra itinerante sotto la direzione di Duna Gant.
Con Nessuno Myoo lavoriamo a un progetto collaborativo per "The LEA FULL SIM ART SERIES", dove viene data la disponibilità di una SIM e 15.000 prims ad un singolo artista o ad un gruppo, di esibire una installazione per la durata di un mese.


Un grazie a Kicca per la pazienza e il tempo concessomi.


giovedì 6 ottobre 2011

Aneli Abeyante e Merlina Rokocoko@torno Kohime Foundation

Ieri sera alla torno Kohime Foundation abbiamo avuto l'onore di ospitare un pezzettino di Francia, con l'esposizione di due artiste di talento come Aneli Abeyante e Merlina Rokocoko.



La splendida serata è stata completata da un concerto swing rigorosamente live di EddieGuitarDagger Sheryffe.





Molti gli ospiti che sono intervenuti e che hanno potuto apprezzare sia la musica che l'esposizione delle opere inserite all'interno degli edifici che circondano la piazza della fondazione.









Ma chi sono le due artiste che hanno inaugurato ieri sera?
Cerchiamo di conoscerle meglio attraverso le loro biografie.






Aneli Abeyante
Mi piace la geometria e la matematica.
Lumiere w di Aneli
Al mio arrivo su SL, non sapevo di essere in grado di parlare di questi argomenti. Così, dopo molta pratica, sono riuscita ad identificare strutture e forme.
Nella real life dipingo su seta, non ho uno stile specifico, ma cerco sempre l'armonizzazione.
Lavoro i prim e li armonizzo.
Lavoro le texture e studio le forme.
Combino i parametri.
E trovo uno scopo.





Merlina Rokocoko
La creatività e l'arte sono state il fulcro della mia vita! Ho provato di tutto, teatro, danza, musica, pittura, fotografia ... ho concentrato i miei studi su Arte e cultura (Master of Art e Master in comunicazione culturale).
Esposizione di Merlina
Poi mi sono dedicata alla pittura numerica, con i normali software messi a disposizione.
Per la maggior parte mi piaceva il loro aspetto pratico. Non c'è bisogno di spostarsi (in modo da poter creare in qualsiasi momento del giorno o della notte), non c'è bisogno di acquistare le attrezzature (quindi nessun rischio per la mancanza di pittura o di un film ...)
In una parola, ho mescolato la creazione e la mia anima pragmatica!
Non potevo sognare qualcosa di meglio! Ho iniziato facendo le cose per me e solo per me (il mio gatto a volte poteva avere un look lol). E un giorno, ho mostrato le mie creazioni ad un amico, che mi ha convinto a mostrarle al mondo. Passo dopo passo, ho esposto sempre di più, e le mie tele sono state vendute.
Cerebro di Merlina
Non c'è necessariamente un nesso tra le mie creazioni, ma solo il desiderio di esprimere il sentimento del momento, o semplicemente per come  vedo un luogo o una persona. Comunque, ognuno vede quello che vuole trovare, perché se posso creare, è principalmente allo scopo di trovare la propria storia nelle mie forme, colori ed essere in grado di rifare la tela dentro di se.


Ho voluto fare delle domande  alle due artiste, in una sorta di intervista doppia. 
Chiedo scusa per gli eventuali errori di traduzione...il mio francese è decisamente arrugginito...(san google translator!!!).

Scorrendo il blog troverete la versione dell'intervista in francese!!!..:o) 


Esposizione di Aneli 


Tani: Che cosa ti ha portato in Second Life?
Merlina: Sono entrata qui perché ho pensato che questa piattaforma ha un grande potenziale per la creatività. Sono entrata per vedere cosa i residenti avevano creato. E vedere se anche io potessi inserire le mie creazioni.
Aneli: La mia mente aperta.





Tani: Tu oltre che un artista sei anche una gallerista nel metaverso. Cosa ti da maggiori soddisfazioni?
Merlina: Mi piace condividere le mie creazioni con gli altri ... ma quello che mi dà più soddisfazione è il lavoro che facciamo con Pirats. Possiamo aiutare gli artisti a mostrare il loro lavoro, condividerlo con gli altri, partecipare a incontri artistici...è molto gratificante per me umanamente. Mi sento più utile, consentendo a tutte le forme d'arte di esistere, che esponendo solo le mie creazioni.
Aneli: Due cose: cercare e scoprire.


Apocatastase di Merlina
Tani: Che cos'è l'arte per te in Second Life?
Merlina: Per me Second Life è sia un mezzo che un media. E’ una piattaforma ideale per creare, comunicare e condividere.
Aneli: La creazione in tutte le sue forme.

Tani: Cosa ti ha spinto a fare arte in Second Life?
Merlina: La capacità di questa piattaforma consente la condivisione con le persone, con culture che non avrei mai incontrato altrimenti.
Aneli: Amo l'armonia, amo creare, amo ricercare, ho iniziato a costruire, e questi piccoli prim hanno cominciato ad affascinarmi, e ho cercato di esprimermi attraverso i sentimenti più astratti.

Tani: Cosa ispira le tue creazioni?
Merlina: La sensazione, l'umore, le frustrazioni, le gioie, i pensieri ......... il momento :-)

Aneli: Esprimo i miei sentimenti, i momenti, i miei stati d'animo.
Trop de bulles di Aneli


Tani: Sei un artista nella vita reale?
Merlina: Non separo la vita reale e la vita su Second Life. Io sono la stessa persona che utilizza strumenti diversi in base alle proprie esigenze.
Aneli: Dipingo su seta.





Tani: C'è qualche artista a cui ti ispiri in SL o in RL?
Merlina: Hehehe, certamente, perché, ci piaccia o no, siamo sempre sotto l'influenza di qualcosa di visto, sentito o letto :-)

Aneli: In SL ho esplorato molto, ho incontrato persone che creavano bei lavoro che mi attiravano molto, ma nessuno mi ha particolarmente ispirata.


Esposizione di Aneli





Tani: C'è un sito dove si può godere delle tue creazioni?
Merlina:http://www.pirats.fr/p-42-m-2-page_artiste_de_merlina_rokocoko_diaporama.html
Aneli: Ho un atelier sopra la mia galleria in Second Life.
 
Tani: Quali tecniche creative utilizzi nel suo lavoro?
Merlina: Io non uso particolari tecniche o strumenti. Dipende da quello che voglio fare. Mescolo spesso tecniche, strumenti e materiali.

Aneli: Io uso tutti gli strumenti di SL: script, texture, foto, manipolazione di prim, utilizzo anche photofiltre o gimp2 ma in maniera semplice.
Esposizione di Merlina



Tani: Progetti per il tuo futuro artistico in Second Life?
Merlina: Idee, sì :-) Ma senza limite di tempo per raggiungerle :-)
Aneli: Attraverso la mia galleria sto cercando di esplorare tutte le forme di creatività RL o di SL. Il mondo non può progredire senza la creazione, ma questa cosa deve essere ancora scoperta da un vasto pubblico. Ho messo la mia galleria al servizio di artisti, in modo che il mondo possa essere migliore, scambi e incontri contribuiranno sicuramente, anche in un modo particolare..
Quindi vi invito a vedere e incontrare gli artisti, discutere, condividere i miei vernissages, concentrarvi sulle amicizie di ogni parte del mondo al fine di muoversi verso un mondo più armonioso.


Un ringraziamento a Aneli e Merlina per il tempo dedicatomi!


Version française

La nuit dernière, nous avons au torno Kohime Foundation l'honneur d'accueillir un petit morceau de France, avec l'exposition de deux artistes aussi talentueux que Aneli Abeyante et Merlina Rokocoko.

La merveilleuse soirée s'est achevée par un concert des EddieGuitarDagger Sheryffe.

De nombreux invités qui étaient présents et ont pu apprécier la musique etl'exposition des œuvres incluses dans les bâtiments entourant la place de la fondation.

Mais qui sont les deux artistes qui ont ouvert la nuit dernière?
Nous essayons de mieux les connaître à travers leurs biographies.

Aneli Abeyante
J'adore la géométrie et les mathématiques. En arrivant sur SL, je ne savais pas que j'allais pouvoir m'exprimer sur ces sujets. Aussi après beaucoup de pratique, j'ai réussi à dégager des strucutres et des formes.

En réel je pratique la peinture sur soie, je n ai pas de style précis mais je recherche toujours l'harmonisation.


Travailler les prims et les harmoniser
Texturer et rechercher des formes
Combiner les paramètres
Et trouver une finalité



L'exposition de Aneli

Merlina Rokocoko
Toute ma vie a toujours été orientée vers la création et l’art ! J’ai testé à peu près tout, théâtre, danse, musique, peinture, photo … J’ai axé mes études sur l’art et la culture (Maîtrise d’histoire de l’art, et maîtrise de communication culturelle).







Et puis je me suis lancée dans la peinture numérique, avec les logiciels mis à disposition de tous. Le coté pratique surtout, m’a plût. Pas besoin de bouger (du coup on crée à n’importe quel moment du jour et de la nuit), pas besoin d’acheter de matériel (donc pas de risque de manquer de peinture ou de pellicule…), enfin bref : j’alliais la création et mon âme pragmatique ! Je ne pouvais rêver mieux ! J’ai commencé par faire des choses uniquement pour moi et rien que pour moi (mon chat pouvait voir des fois lol). Puis, un jour, par hasard j’ai montré ce que j’avais fait à une amie, et c’est elle qui m’a poussée à exposer un peu. De fil en aiguille (je ne sais pas coudre), j’ai exposé de plus en plus, et mes tableaux se sont vendus. 
Je n’ai pas forcement de lien entre mes créations, seulement l’envie de dire l’état du moment, ou simplement comment je vois un lieu, un être. Après chacun y voit ce qu’il veut bien y trouver, car si je crée c’est avant tout pour que chacun puise son histoire dans mes formes, dans mes couleurs et puisse refaire en lui le tableau.








Je voulais poser des questions aux deux artistes, dans une sorte de double interview.


Tani: Qu'est ce qui vous a amené à Second Life?

Merlina: Je suis venue ici, car je pensais que cette plateforme avait un grand potentiel pour la créativité. Je suis d'abord venue, afin de voir ce que les résidents avaient crée. Et voir si je pouvais m'insérer dans cette création.

Aneli: Une ouverture d'esprit



Tani: Vous êtes artiste ainsi que responsable de galeries d'art dans le metaverse. Qu'est ce qui vous donne le plus de satisfaction?

Merlina: J'aime partager mes créations avec les autres... mais ce qui me donne le plus de satisfaction, c'est le travail que nous accomplissons avec PiRats. Pouvoir aider les artistes à montrer leur travail, à le partager avec les autres, participer à des rencontres artistiques...est pour moi très enrichissant humainement. Je me sens plus utile en permettant à toutes les formes d'art d'exister, qu'en exposant seulement mes creations

Aneli: Les deux rechercher et découvrir



Tani: Qu'est ce que l'art pour vous dans Second Life?

Merlina: Pour moi Second Life est aussi bien un medium qu'un média. C'est une plateforme idéale pour la création,la communication et le partage.

Aneli: La création sous toutes ses formes. 






Tani: Qu'est-ce qui vous a incité à faire de l'art dans Second Life?
Merlina: La capacité de cette plateforme à permettre le partage avec des gens, avec des cultures que je n'aurais jamais rencontrer autrement.
Aneli: J'aime l'harmonie, j'aime créer, j'aime chercher, j'ai commencé par construire, mais ses petits prims ont commencé à me fasciner, et j'ai essayé de m'exprimer au travers de ressentis plus abstraits.


Tani: Qu'est ce qui inspire vos créations?
Merlina: Le sentiment, l'humeur, les frustrations, les joies, les reflexions......... du moment:-)
Aneli: J'exprime mes sentiments, des moments, mes états d'âme

Tani: Êtes-vous un artiste à Real Life?
Merlina: Je ne sépare pas vie réelle et vie sur Second Life. Je suis la même personne qui utilise des outils différents suivant mes besoins.
Aneli: Je fais de la peinture sur soie

Tani: Il y a t-il un artiste qui vous inspire dans SL ou RL?
Merlina: Héhéhé, sûrement, car, qu'on le veuille ou non, on est toujours sous l'influence de quelque chose de déjà vu, entendu ou lu:-)
Aneli: Sur SL j'ai beaucoup exploré, j'ai rencontré des personnes dont la finesse du travail m'a énormément séduit, mais je ne m' en suis pas spécialement inspirée.

Tani: Il ya t-il un site où nous pouvons profiter de vos créations?
Merlina:http://www.pirats.fr/p-42-m-2-page_artiste_de_merlina_rokocoko_diaporama.html
Aneli: J'ai un atelier au dessus de ma galerie

Tani: Quelles sont les techniques de création que vous utilisez dans votre travail?
Merlina: Je n'utilise pas de techniques ou d'outils particuliers. Celà dépend de ce que je veux faire.Je mixe souvent les techniques, les outils et les matières.

Aneli: J'utilise tous les paramètres de sl, script, attribut, textures, photos, travail du prim, je travaille aussi avec photofiltre ou gimp2 mais de façon simpliste. 



Tani: Des projets artistiques dans Second Life?
Merlina: Des idées, oui:-) Mais pas de limite dans le temps pour les réaliser:-)

Aneli: A travers ma galerie j'essaie d'explorer toutes les formes de créations rl ou sl. Le monde ne peut avancer sans la création, mais encore faut il la faire découvrir à un large public. Je mets donc ma galerie au service des artistes, afin que le monde soit peut être meilleur, les échanges et les rencontres y contribueront surement, même si on a l'impression d'être des particules.

Aussi je vous invite à voir, à rencontrer les artistes, à discuter, à échanger lors de mes vernissages, de privilégier l'amitié dans toutes les langues afin d'aller vers un monde plus harmonieux.




Merci à Aneli Merlina et pour votre temps!